Il rigetto della richiesta di iscrizione all’albo degli avvocati si configura come esercizio del potere-dovere del competente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi richiesti per l’iscrizione de qua in base all’art. 17 del R.D.L. n. 1578 del 1933

Il rigetto della richiesta di iscrizione all’albo degli avvocati si configura come esercizio del potere-dovere del competente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi richiesti per...

È erronea la pronuncia del Giudice di secondo grado che accolga una domanda fondata su un fatto giuridico costitutivo del diritto radicalmente diverso da quello dedotto in primo grado ed idoneo ad introdurre un nuovo tema di indagine

È erronea la pronuncia del Giudice di secondo grado che accolga una domanda fondata su un fatto giuridico costitutivo del diritto radicalmente diverso da quello dedotto in primo grado ed idoneo ad introdurre un nuovo tema di indagine. Tale...

In seno alle società per azioni la distinzione tra la posizione di socio creditore della società e quella di semplice socio, non rileva relativamente all’efficacia vincolante della delibera assembleare con la quale si autorizzi l’organo amministrativo alla richiesta di fallimento della società stessa, essendo, tale delibera, vincolante ai sensi dell’art. 2377 c.c., per tutti i soci

In seno alle società per azioni la distinzione tra la posizione di socio creditore della società e quella di semplice socio, non rileva relativamente all’efficacia vincolante della delibera assembleare con la quale si autorizzi...

Anche la proposta di concordato preventivo può contemplare il pagamento in percentuale dei creditori privilegiati, a condizione che la misura del soddisfacimento proposta non sia inferiore a quella realizzabile sul ricavato in caso di vendita dei beni sui quali il privilegio cade

Anche la proposta di concordato preventivo può contemplare il pagamento in percentuale dei creditori privilegiati, a condizione che la misura del soddisfacimento proposta non sia inferiore a quella realizzabile sul ricavato in caso di vendita dei...

Spetta al giudice italiano la giurisdizione con riguardo all’istanza di fallimento presentata nei confronti di società di capitali, già costituita in Italia, che, dopo il manifestarsi della crisi dell’impresa, abbia trasferito all’estero la sede legale, nel caso in cui i soci, chi impersona l’organo amministrativo ovvero chi ha maggiormente operato per la società, siano cittadini italiani senza collegamenti significativi con lo Stato straniero

Spetta al giudice italiano la giurisdizione con riguardo all’istanza di fallimento presentata nei confronti di società di capitali, già costituita in Italia, che, dopo il manifestarsi della crisi dell’impresa, abbia trasferito...

In base all’art. 111 della legge fallimentare (R.D. n. 267 del 1942), norma valevole per la generalità delle procedure concorsuali, sono ricompresi nel novero dei crediti prededucibili anche quelli maturati prima dell’apertura delle procedure concorsuali, perché funzionali al loro espletamento

In base all’art. 111 della legge fallimentare (R.D. n. 267 del 1942), norma valevole per la generalità delle procedure concorsuali, sono ricompresi nel novero dei crediti prededucibili anche quelli maturati prima dell’apertura delle...

Le azioni di responsabilità ex artt. 2393 e 2394 c.c. confluiscono, in caso di fallimento della società, nell’unica azione di responsabilità esercitabile da parte del curatore ai sensi dell’art. 146 della legge fallimentare (R.D. n. 267 del 1942)

Le azioni di responsabilità ex artt. 2393 e 2394 c.c. confluiscono, in caso di fallimento della società, nell’unica azione di responsabilità esercitabile da parte del curatore ai sensi dell’art. 146 della legge fallimentare (R.D. n...