La giustizia sociale non è pensabilie se non in funzione della libertà individuale

Piero Calamandrei

La legge è ordine e, di necessità, la buona legge è buon ordine

Aristotele

Non può esistere società umana senza diritto

Karl Popper
Benvenuti

Lo Studio Legale Coscarella nasce da un progetto dell’Avv. Vittorio Coscarella volto alla costituzione di un team professionale a carattere plurisettoriale e vocazione fortemente civilistica, societaria, bancaria e finanziaria.

Attualmente lo Studio può contare, oltre al titolare, dell’apporto professionale di due avvocati civilisti, un avvocato penalista e due dottori in Giurisprudenza.

Lo Studio si propone nell’attuale mercato dei servizi legali come una realtà dinamica, altamente specializzata, dotata di un’organizzazione evoluta e in grado di offrire una varietà di servizi integrati, di consulenza e assistenza giudiziale e stragiudiziale, in materie che richiedono competenze di natura interdisciplinare.

Le aree di attività sono: diritto civile, diritto di famiglia, volontaria giurisdizione, arbitrati e mediazione civile, diritto amministrativo, diritto penale, diritto bancario, recupero crediti, procedure concorsuali, diritto societario.

Aree di Attività
Assistenza giudiziale
Arbitrati
Assistenza stragiudiziale
Domiciliazioni
Ultimi Articoli
Sulla insinuazione al passivo del creditore ultratardivo

Il creditore che abbia ricevuto l’avviso L. Fall. ex art. 92 oltre il termine annuale di cui al successivo art. 101, comma 1, può chiedere di insinuarsi al passivo ai sensi dell’ultimo comma della medesima disposizione, ma deve farlo nel tempo necessario a prendere contezza del fallimento ed a redigere la suddetta istanza, dovendo quel tempo essere indicato non già in un termine predeterminato, ma essere rimesso alla valutazione del giudice di merito, secondo un criterio di ragionevolezza, in rapporto alla peculiarità del caso concreto. Cassazione civile sez. VI, 02/12/2020, n.27590

Leggi tutto
Opposizione a precetto per mancato pagamento del mantenimento al figlio: non possono farsi valere fatti sopravvenuti

Con l’opposizione a precetto per mancato pagamento dell’assegno di mantenimento al figlio, non possono essere dedotti fatti sopravvenuti, da farsi valere solo con l’apposito procedimento di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. Cassazione civile sez. VI, 03/12/2020, n.27602

Leggi tutto
Rendita vitalizia, termine di prescrizione e sua decorrenza

Il diritto alla costituzione della rendita vitalizia previsto dall’art. 13 l. n. 1338 del 1962, è soggetto all’ordinaria prescrizione decennale, che decorre dalla maturazione del termine di prescrizione, anch’esso decennale, del diritto al recupero dei contributi da parte dell’Inps per l’accantonamento necessario alla costituzione della riserva matematica del relativo fondo di destinazione. Cassazione civile sez. VI, 03/12/2020, n.27683

Leggi tutto
Nessuna revocatoria per il pagamento di debiti scaduti nel rispetto di un ‘accordo di fatto’ antecedente al fallimento

L’interpretazione della L. Fall., art. 67, comma 3, lett. a), è nel senso che non sono revocabili quei pagamenti i quali, pur avvenuti oltre i tempi contrattualmente previsti, siano stati, anche per comportamenti di fatto, eseguiti ed accettati in termini diversi, nell’ambito di plurimi adempimenti con le nuove caratteristiche, evidenziatesi già in epoca anteriore a quelli in discorso, i quali, pertanto, non possono più ritenersi pagamenti eseguiti “in ritardo”, ossia inesatti adempimenti, ma divengono esatti adempimenti; l’onere della prova di tale situazione è, ai sensi dell’art. 2697 c.c., in capo all’accipiens. Cassazione civile sez. I, 07/12/2020, n.27939

Leggi tutto